Navigazione
facebook
     
Fara in Sabina
Testimonianze di Fara In Sabina esistono già dall’epoca preistorica; tra il IX ed il VI sec. a.C. troviamo un insediamento sabino identificato nella città di Cures (attualmente nella frazione di Passo Corese) che continuò in età romana, con l’edificazione di numerose ville.
L’attuale abitato sembra risalire all’epoca longobarda: il castello è attestato dal 1006 sotto il controllo dell’Abbazia di Farfa. Fu feudo di diverse famiglie dagli Orsini ai Barberini: il cardinale Francesco Barberini, nipote del papa Urbano VIII, fondò nel 1678 il Monastero delle Clarisse Eremite, con sede nell’antico castello. Nel 1867  Fara Sabina, precisamente nella frazione  di Coltodino, fu tappa della Campagna garibaldina dell'Agro Romano per la liberazione di Roma. Garibaldi dopo la sconfitta di Mentana raggiunse con i suoi Volontari la stazione ferroviaria di Passo Corese da dove partì in direzione del nord.
Il territorio di Fara in Sabina comprende numerose Chiese e Palazzi, senza contare i panorami mozzafiato che si godono dovunque nel suo territorio: uno in particolare proprio dal belvedere di Fara in Sabina dove, soprattutto in estate, il panorama diventa l’attrattiva principale.

Citiamo i principali luoghi di interesse della cittadina, distante solo 5 Km dal nostro B&B “La Tana delle Stelle”:

  • Collegiata di Sant'Antonio: del 1500.
  • Chiesa di San Giacomo:  in stile Barocco.
  • Chiesa di Santa Chiara: del 1643. 
  • Monastero Clarisse Eremite, convento di clausura, del 1600. Al suo interno ospita il MUSEO DEL SILENZIO.
  • Palazzo Baronale degli Orsini: 1400
  • Palazzo Farnese: del 1585
  • Palazzo Foschi, poi Manfredi: XV sec. 
  • Palazzo Brancaleoni (ex Castellani):,  dimora del 500, oggi sede del Museo Civico Archeologico. 
  • Biblioteca comunale: piccolo ed elegante edificio del XV sec. 
  • Cisterna di piazza del Duomo: simbolo di Fara in Sabina.        
  • Le Porte: La città di Fara ha tre porte di accesso: Porta Romana del XV secolo, Porta Castello distrutta e Porta Forcina del 1880.

Nelle immediate vicinanze della città di  Fara Sabina troviamo alcuni importanti luoghi di attrazione tra cui spicca per bellezza ed importanza l'Abbazia di Farfa, distante solo 6 km dalla nostra struttura “La Tana delle Stelle”:

  • Abbazia di Farfa: uno dei centri più prestigiosi dell’Europa medievale. Con Carlo Magno raggiunse il suo massimo splendore: egli vi soggiornò la notte precedente l’incoronazione. Monumento nazionale dal 1928. www.abbaziadifarfa.it
  • Ruderi di San Martino: si trovano i resti di una imponente abbazia, collegata con l'abbazia di Farfa.
  • Gole del Farfa: uno dei luoghi del Lazio più belli dal punto di vista naturalistico e paesaggistico.
  • L’Olivo più grande d’Europa: cresce a Canneto, ha abbondantemente superato il millennio.
Testimonials of Fara In Sabina already existed in prehistoric times; between the ninth and sixth centuries B.C. find a Sabine settlement identified in the city of Cures (currently in the village of Passo Corese) which continued in Roman times, with the construction of many villas.
The present town appears to date back to Lombard era: The castle is attested by 1006 under the control of the Abbey of Farfa. It was a feud of several families from the Orsini to the Barberini: Cardinal Francesco Barberini, nephew of Pope Urban VIII, in 1678 founded the Monastery of the ‘Povere Clarisse Eremite’, located in the ancient castle. In 1867 Fara Sabina, precisely in the village of Coltodino, was the stage of Garibaldi’s Campain for the liberation of Rome. Giuseppe Garibaldi after the defeat of Mentana, reached with its Volunteers the train station at Passo Corese from where he left in the north.
The territory of Fara in Sabina includes numerous churches and palaces, not to mention the breathtaking views which can be enjoyed anywhere in its territory, one in particular from the viewpoint of  Fara Sabina, where, especially in the summer, the landscape becomes the main attraction.

Include the major attractions of the town, just 5 km away from our B&B “La Tana delle Stelle”:

  • Collegiate Church of Sant’Antonio : 1500. 
  • Church of San Giacomo: Baroque style.
  • Church of Santa Chiara, is of 1643.
  • Clarisse Eremite Monastery:  still cloistered convent. Inside was set up the MUSEUM OF SILENCE.
  • Baronial Palace of the Orsini:  is from 1400.
  • Farnese Palace: is of 1585.
  • Foschi Palace then Manfredi:  fifteenth century.
  • Brancaleoni Palace (ex Castellani), sixteenth-century residence, now home to the Museum of Archaeology.
  • Library:  small, elegant building of the fifteenth century. 
  • Cisterna di Piazza del Duomo:  is generally the symbol of Fara Sabina.
  • Entrances: the town of Fara has three entrances to the town: Porta Romana of the fifteenth century, Porta Castello destroyed in 1950 and  Porta Forcina  of 1880 .

In the immediate vicinity of the town of Fara Sabina are some important places of attraction among which stands out for its beauty and importance of the Abbey of Farfa, just 6 Km from our B&B “La Tana delle stelle”:

  • Abbazia of Farfa: one of the most popular and prestigious of medieval  Europe. At the time of Charlemagne reached its peak: the emperor stayed there the night before the coronation. It was declared a national monument in 1928. www.abbaziadifarfa.it.
  • Ruins of St. Martino: here are the remains of an imposing building, connected with the abbey of Farfa. 
  • Gorges of Farfa : one of the most beautiful places in the Lazio from the point of view of nature and landscape.
  • The largest Olivo in Europe, grows in Canneto, has eclipsed the millennium.